Condizioni di organizzazione della degustazione

L’assoluto anonimato è un principio fondamentale di un concorso. I giurati non devono conoscere l’identità  del vino, le sue origini, il suo prezzo, le sue valutazioni né i premi ottenuti, a prova di una totale riservatezza. Le commissioni formate dal CIVR si riuniscono in una sala appartata, silenziosa, illuminata e ben aerata, il cui accesso è formalmente vietato ad ogni persona non indispensabile al buon svolgimento della degustazione. Una seconda sala, non visibile dai giurati, è riservata alla stappatura e alla procedura di anonimizzazione dei campioni. In ogni caso, le bottiglie sono disposte preventivamente in un imballo che nasconde la forma della bottiglia e garantisce l’anonimato del campione.
Il CIVR garantisce agli assaggiatori delle condizioni di degustazione ottimali.

Ogni vino è assaggiato individualmente e non per confronto. La valutazione dei vini sarà descrittiva e prevederà commenti su :

  • l’aspetto visivo,
  • l’aspetto olfattivo,
  • l’impressione al palato,
  • l’impressione complessiva.

Il CIVR assicura il buon svolgimento del concorso «G.D.M » e garantisce, grazie ad un’adeguata scheda di valutazione, il controllo, l’utilizzo e la pubblicazione dei risultati.

 

Premi :

Il metodo di attribuzione adottato per i premi è un sistema di valutazione che permette la classifica dei vini derivati dal vitigno Grenache. Il CIVR definisce i premi che sono :

  • Gold Medal 
  • Silver Medal 

Questi premi limitati al 30% del totale dei campioni presentati al concorso, secondo il regolamento O.I.V., sono attributi secondo la valutazione della giuria, ai vini che avranno raggiunto un livello d’espressione elevato degno di queste distinzioni. I risultati saranno comunicati la sera stessa del Concorso. Ogni vincitore sarà ulteriormente avvisato per posta. Il CIVR consegna ai vincitori un documento “Diplôme” che precisa la natura del premio attribuito, l’identità del vino, il volume dichiarato, come pure il nome e l’indirizzo del possessore. Contrassegni rappresentativi i premi attribuiti potranno essere applicati sulle bottiglie e saranno disponibili per i vini premiati presso il CIVR, in funzione del volume dichiarato sul modulo d’iscrizione; in questo caso sarà chiesto un contributo economico. Qualsiasi altra menzione del premio ottenuto è vietata. Il CIVR si riserva il diritto esclusivo di controllare l’utilizzo a titolo commerciale dei premi. L’utilizzo non autorizzato, la riproduzione del logo, dei contrassegni e dei premi è rigorosamente vietata. I risultati del concorso saranno diffusi quanto più largamente possibile utilizzando qualsiasi mezzo di comunicazione (internet, giornali specializzati, stampa gastronomica, ecc.).

 

 

CATEGORIE

 

I vini per la sezione 1 vengono classificati secondo le categorie seguenti :

Grenache bianco puro (minimo 85%)
Grenache grigio puro (minimo 85%)
Grenache nero puro (minimo 85%)
Garnatxa puro (minimo 85%)
Garnacha puro (minimo 85%)
Tai Rosso puro (minimo 85%)
Cannonau pur puro minimo 85%)
Gamay del Trasimeno puro (minimo 85%)
Granaccia puro (minimo 85%)

Bordò puro (minimo 85%)
Alicante puro (minimo 85%)
Lladoner Pelut (minimo 85%)

I vini in assemblaggio per la sezione 2 vengono classificati secondo le categorie seguenti :

Grenache bianco prevalente (51%)
Grenache grigio prevalente (51%)
Grenache nero prevalente (51%)
Garnatxa prevalente (51%)
Garnacha prevalente (51%)
Tai Rosso prevalente (51%)
Cannonau prevalente (51%)
Gamay del Trasimeno prevalente (51%)
Granaccia prevalente (51%)

Bordò prevalente (51%)
Alicante prevalente (51%)
Lladoner Pelut prevalente (51%)